'Ndrangheta, arrestato in Brasile il boss latitante Rocco Morabito

1' di lettura 25/05/2021 - Rocco Morabito, boss latitante della 'ndrangheta, è stato catturato in Brasile in un’operazione congiunta portata avanti dai Ros dei carabinieri, dal Servizio di cooperazione internazionale di Polizia, Interpol e polizia federale brasiliana.

Ricercato dal 1994, Morabito era stato arrestato quattro anni fa in Uruguay ma era poi riuscito ad evadere dal carcere, tornando alla latitanza. Originario di Africo, in provincia di Reggio Calabria, detto ‘u tamunga, è considerato un esponente di primissimo piano della 'ndrangheta e il re del traffico di cocaina dalla Colombia alla Lombardia. Era il numero due della lista del ministero dell’Interno dei latitanti più ricercati, dopo Matteo Messina Denaro.

Ricercato per gravi reati, come associazione di tipo mafioso e associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostane stupefacenti, Morabito era stato arrestato il 3 settembre 2017 a Montevideo, in Uruguay, dopo 23 anni di latitanza. In attesa di essere estradato in Italia, era riuscito a evadere dal carcere Central di Montevideo il 24 giugno 2019 in una fuga da film assieme ad altri tre detenuti.

Dopo l'evasione, le indagini sono andate avanti grazie alla cooperazione internazionale tra le forze di polizia di diversi Paesi, l'Interpol, l’Fbi e la Dea statunitensi fino alla nuova cattura in Brasile. Morabito è stato bloccato in una stanza di hotel in compagnia di un altro latitante, Vincenzo Pasquino, esponente dei clan calabresi in Piemonte.






Questo è un articolo pubblicato il 25-05-2021 alle 12:26 sul giornale del 26 maggio 2021 - 162 letture

In questo articolo si parla di cronaca, 'ndrangheta, marco vitaloni, articolo, rocco morabito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b4sp





logoEV